Accettazione, Fede, Responsabilità: 3 Chiavi per Entrare in Sintonia con l’Universo!

Categorie Comprendere, Sperimentare Tag , , , , , , ,

Accettazione, Fede, Responsabilità: 3 Chiavi Per Entrare In Sintonia Con L'Universo!L'articolo che stai leggendo nasce da un'esperienza che ho vissuto qualche giorno fa. Nulla di trascendentale, nessun contatto alieno o avvistamento particolare! 😛

Stavo vivendo un normalissimo pomeriggio di lavoro che è stato arricchito improvvisamente da un imprevisto (sempre lavorativo) che tempo fa mi avrebbe destabilizzato e che invece, in quel momento, sono riuscito a gestire in un modo semplicissimo: assumendomene la RESPONSABILITA', ACCETTANDOLO e avendo FEDE… Tra un po' ti spiego meglio 🙂

Prima ti dico solo che in quel breve lasso di tempo (e a fine giornata), mi sono sentito veramente fiero di me stesso, provando una bellissima sensazione di ARMONIA con l'UNIVERSO per essere riuscito ad allinearmi ad una serie di eventi favorevoli (TUTTI), semplicemente lasciando andare ogni tipo ri resistenza o stress.

Si parte… Torniamo a qualche giorno fa…

Mi trovavo a svolgere quello che credevo essere l'ultimo impegno lavorativo della giornata e che mi avrebbe preso un'oretta circa, fuori casa, dalle 17.00 alle 18.00. Alle 20.15 avevo un appuntamento importante ed avevo pianificato questo lasso di tempo concedendomi un intervallo per una bella rinfrescatina pre-uscita.

Entrato a casa del cliente alle 17.00 in punto, dopo un paio di minuti vedo illuminarsi silenziosamente il cellulare… Numero sconosciuto… Rispondo e:

Interlocutrice: "Salve, lei è Tizio? Avremmo bisogno di lei!"
Anto: "Salve, sì, sono io, lei chi è?"
Interlocutrice: "Sì… mi scusi, non mi sono presentata, sono Caia… C'è Sempronio (cliente) che avrebbe necessità di vederla per una consulenza. Quando è disponibile?"

In quel momento, considerando il mio bel programma serale, mi sono subito proiettato al giorno successivo…

Anto: "Domattina potrebbe andar bene?"
Interlocutrice: "Hmmm… a dire il vero Sempronio ha una certa urgenza e vorrebbe vederla in serata… Non c'è possibilità?"

A questo punto ho vissuto la classica sensazione che si prova quando si deve prendere una decisione in brevissimo tempo senza poter razionalizzare come si vorrebbe. Considerando che, in ogni caso, l'impegno con Sempronio non mi avrebbe preso meno di un'ora, fatti dei rapidi calcoli mentali, ho risposto così:

Anto: "Beh, cosa ne direbbe delle 18.30?"
Interlocutrice: "Perfetto! E' proprio l'orario auspicato da Sempronio!!!"

Avrei tanto sperato dicesse di no… e invece. A quel punto ero finito. Ti spiego perché:

  • L'incontro con il cliente delle 17.00 si sarebbe protratto almeno fino alle 17.10.
  • Per raggiungere la località in cui mi attendeva Sempronio ci sarebbero voluti 10 minuti in macchina ma c'era un grossissimo rischio: al 99% non avrei trovato un posto dove parcheggiare l'auto una volta arrivato.
  • Il parcheggio a pagamento più vicino era a centinaia di metri.
  • Non avevo con me l'occorrente per la "consulenza" a Sempronio.

Come fare? Come reagire? Cosa pensare? Come gestire quella situazione?

La prima domanda che mi sono fatto, FONDAMENTALE, è stata la seguente:

"C'è qualcosa che possa fare ADESSO per trovare una soluzione adeguata alla situazione che sta per profilarsi e far svanire questi incessanti pensieri compulsivi che sono comparsi come per magia nella mia testa?"

Ci ho pensato pochi secondi e mi sono risposto:

"Anto… ormai è fatta. La cosa certa è che non puoi disdire l'appuntamento. Se tutto si "incastra" a dovere puoi anche farcela… Quello che puoi fare ora è stare sereno, ACCETTARE ciò che TU STESSO HAI CREATO e assumertene la completa RESPONSABILITA'. Inoltre, abbi FEDE in te stesso e nell'Universo perché c'è circa un'ora di tempo per provare a venirne a capo!"

Questa riflessione è stata fondamentale. Per 50 minuti mi sono immerso nel lavoro con il cliente, "dimenticandomi" di ciò che avrei dovuto fare dopo. Tuttavia sentivo che c'era una parte di me che si era messa all'opera per tirarmi fuori da quelle complicate circostanze.

Il primo risultato è stata un'INTUIZIONE, sgorgata direttamente dal Subconscio alle 17.55 (mentre il Conscio pensava a lavorare), la quale mi ha consentito di risparmiare sul materiale utilizzato per la consulenza attuale, recuperandone quanto necessario per l'incontro delle 18.30 (e ti assicuro che era quasi impossibile riuscire a farlo!).

Lo stato d'animo in cui mi ero immerso mi aveva quindi notevolmente aiutato in tal senso. Come direbbe Celentano, a quel punto "il meno era fatto"… 😀

Lasciato il cliente, mi stavo recando alla mia auto… quando ad un tratto mi sono detto:

"Ok, Anto, la tua Mente Subconscia ha fatto la sua parte. Ora tocca all'Universo. Abbi FEDE e resta SINTONIZZATO!"

Ho quindi deciso di incamminarmi a piedi, assolutamente consapevole che non sarei mai riuscito ad arrivare in tempo senza che qualcuno mi desse un passaggio. Il bello era che, nonstante tutto, procedevo con una grande FIDUCIA INTERIORE, sapendo che in qualche modo sarei arrivato a destinazione, e in perfetto orario!

Fatti i primi 300 metri a piedi, mi sono trovato all'imbocco di un tunnel e stavo per attraversare per immettermi sul passaggio pedonale coperto. Da precisare che generalmente attraversavo ben prima del punto in cui mi trovavo ora. In quel momento stavo iniziando a perdere un po' di fiducia, a dire il vero 😛 Considera che erano le 18.15!

Comunque mi sono voltato, pronto ad attraversare, e ho sentito uno scooter arrivare a tutta velocità. Casco integrale… Frenata improvvisa… ("Ci manca solo una bella rapina!!!") e invece… "Vuoi un passaggio???"

Era una persona che conosco solo di vista e non vedo quasi mai! In quel momento ho provato una sensazione interiore meravigliosa. Un po' come quando sogni i numeri e li giochi al lotto, centrando un bell'ambo, o un terno! 😉

Con mia grande gioia, si stava materializzando il mio piccolo "successo" personale. Ciò che mi gratificava era proprio il "DISEGNO DIVINO" che si era configurato PER ME e che avevo contribuito ad attrarre semplicemente ENTRANDO IN SINTONIA CON L'UNIVERSO! Quasi non m'interessava più nulla della consulenza delle 18.30! 🙂

Tornando a noi… Il passaggio datomi dal mio conoscente mi ha fatto giungere esattamente a 300 metri dal luogo dell'appuntamento. Solo dopo essere sceso dallo scooter mi sono accorto che lui proseguiva ben oltre la mia destinazione…!!! Ma forse quello era il piccolo prezzo da pagare per il calo di fiducia che ti ho menzionato poco sopra 🙂

Ore 18.26… Giungo a destinazione!
Ore 18.29… Arriva il mio contatto!

Tutto perfetto… Perfetto, sì… Ma come avrei fatto al ritorno??? "Vabbé… ho un'altra ora di tempo per avere FEDE e ACCETTARE RESPONSABILMENTE anche questa situazione" 🙂

Alle 19.35 ero pronto… Ho percorso a piedi i 300 metri, stavolta ovviamente a ritroso, e mi sono diretto in un punto dove abitualmente le persone cercano il passaggio (o aspettano il bus). C'era un bel po' di gente, anche miei conoscenti, che aspettavano qualche anima buona che li caricasse su…

Nemmeno arrivato, mi sono voltato verso le auto che sopraggiungevano e, con grande stupore (mio, ma soprattutto di quelli che aspettavano forse da decine di minuti!!!), stava passando un altro conoscente che avevo visto due volte negli ultimi quattro mesiSenza che io gli avessi chiesto di caricarmi su, mi fa: "Devi salire???"

Indovina come mi sono sentito? Sorridevo, fuori e dentro 🙂

Il DISEGNO si era quasi compiuto del tutto…

Ore 19.55… Imbocco le scale di casa…

"Peccato… ora mi tocca chiamare e posticipare l'importante appuntamento che ho tra 20 minuti… altrimenti non ho tempo per la doccia!!!"

Prendo in mano il cellulare e… squilla… !!!???

Fantastico 🙂 Senza guardare chi fosse, sentivo "profumo di ritardo"… e infatti:

"Ciao Anto, possiamo spostare l'appuntamento di un quarto d'ora???"

Ed io, tirandomela un po'…

"Ehm… hmmm… hummm… ok, dai, nessun problema!!!!!" 😀

A questo punto si sono aperte le porte della GRATITUDINE 🙂

Il resto è storia (recente!) 😛

Di cose del genere ne capitano tante. Anche a te. Nel "bene" e nel "male". Non importa… L'importante è diventarne CONSAPEVOLI e capire perché "va tutto storto" o "va tutto bene".

Se riesci a far SCORRERE la tua Vita e a capire quando stai facendo inutilmente RESISTENZA, sarai in grado di rimuovere i blocchi che non ti permettono di valorizzarla come merita 🙂

In linea di massima, se imparerai a prenderti la RESPONABILITA' di tutto ciò che accade, ad ACCETTARLO e ad avere FEDE in Te Stesso e nell'Universo, le "botte di fortuna" (fortuna che… NON ESISTE!) si moltiplicheranno 🙂

Entrare in SINTONIA con l'UNIVERSO è, secondo me, un'ARTE, e rileggendo la mia storiella personale – anzi, colgo l'occasione per ringraziarti di averla letta tutta! – potrai senz'altro fissare meglio le CHIAVI che ti permetteranno di diventare un grande ARTISTA della TUA VITA 🙂

Un abbraccio
Anto

PS: se ti è piaciuto, qui in basso a destra c'è il famigerato tastino "Mi Piace" 🙂 GRAZIE!

9 Commenti - Accettazione, Fede, Responsabilità: 3 Chiavi per Entrare in Sintonia con l’Universo!

  1. Stefano says:

    Io invece la chiamo fortuna, ma la fortuna va aiutata!
    Avendo questo tipo di fiducia in te stesso hai dato la possibilità all'energia dell'universo di aiutarti, e l'ha fatto. Non sempre capita questo genere di fortuna, a volte ti va proprio male anche se hai fatto di tutto per arrivare alla "sintonia" di cui parli, ma con l'atteggiamento giusto si sbaglia raramente.
    La fortuna l'hai anche aiutata negli anni precedenti, uscendo di casa e facendoti conoscere. Con il tuo spirito positivo non puoi fare colpo e per questo le persone si ricordano di te, e se si ricordano ti danno volentieri un passaggio. 😛
    Questo è quello che penso io!

  2. Anto says:

    Ciao Stefano!

    Ciò che fa la differenza è, in effetti, l'atteggiamento predominante, quello che cioè ti "sintonizza" su determinate "frequenze". I successi, gli insuccessi, le "coincidenze" (positive o meno), sono (per me) strettamente legate ad esso.

    Lo stesso atteggiamento predominante va a determinare il tuo modo di agire e di rapportarti con gli altri… ed è chiaro, quindi, che, prima o poi, raccogli ciò che hai seminato, nel senso che l'Universo te lo rimanda indietro in modi e tempi imprevedibili… visto che a livello della Consapevolezza il tempo non esiste (se non un eterno Presente).

    La singolarità di certe esperienze è data soprattutto dalla tempistica con cui si sviluppano gli eventi, cosa che, pur andando a determinare delle apparenti casualità, di casuale (credo) non abbia un bel niente! 🙂

    L'Universo è un oceano di infinite possibilità. Sta a noi trovare le giuste chiavi per attirare eventi più o meno "fortunati"! 😉

    A presto
    Anto

    • Stefano says:

      Qui abbiamo un punto di vista leggermente diverso, perché io non credo in nessuna "forza" che equilibria l'universo. Credo nel rapporto di causa-effetto, dove un atteggiamento positivo aumenta le possibilità di far avverare eventi positivi. E con un po' di fortuna, ogni tanto capita una giornata come la tua!
       
      Ma anche se abbiamo un percorso diverso, il punto di partenza e l'arrivo sono sempre gli stessi. 🙂

  3. Andrea says:

    Scegliere cosa fare costantemente nell'adesso e poi far lavorare il subconscio per poter prendere le decisioni in modo più intuitivo possibile, ottimi insegnamenti….
    Grazie della condivisione di questa tua esperienza personale!
     

    • Anto says:

      Di nulla, Andrea! 🙂

      E scusami se ho visto il tuo commento solo dopo… 2 anni!!!
      Questo tempo… è così relativo… 😀

      Buona Vita!

  4. Marina says:

    Una sola parola per commentare tutto: GRAZIE!

  5. umberto says:

    Sicuramente qualcosa di vero in quello che sostieni c'è, credo pero che la nostra condizione, la nostra evoluzione non ci permette ancora di stabilire leggi certe. Comunque grazie, il tuo racconto a messo in moto in me qualcosa che prima era fermo. Saluti Umberto.  

    • Anto says:

      Grazie per il commento, Umberto.
      Sono contento che abbia trovato l’articolo stimolante in qualche modo.
      Buona Vita!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *