Come Cambiare l’Effetto di un Ricordo con la PNL

Categorie Sperimentare Tag , , , ,

Che tu stia bene o male, quando non sai perché ti senti in un determinato modo, sappi che il tuo stato emotivo è determinato, nella maggior parte dei casi, da immagini mentali, statiche o dinamiche, che si susseguono, in modo incessante, al di sotto della tua consapevolezza.

Se credi di sapere cosa determini il tuo umore, se hai semplicemente i classici ricordi che ti frullano per la testa e ti creano benessere/malessere, le informazioni contenute in quest'articolo possono esserti di grande aiuto: scoprirai, infatti, come potenziare/depotenziare l'effetto di un ricordo, in base alle tue esigenze ;)

Per fare ciò, ci serviremo della PNL, Programmazione Neuro Linguistica, di cui mi fa piacere citare i co-fondatori, Richard Bandler e John Grinder.

Prima di addentrarmi nella tecnica vera e propria, è importante spendere due parole sulle cosiddette "submodalità", elemento cardine dell'applicazione che andremo a vedere e uno dei pilastri della stessa PNL.

Cosa sono le submodalità?

Le submodalità rappresentano il modo in cui il cervello ordina e codifica un'esperienza.

Esse possono essere di tipo VISIVO, UDITIVO e CINESTESICO. Gli esempi seguenti ti renderanno il tutto più chiaro:

  • Sumbodalità visive sono il colore, la luminosità, le dimensioni, la distanza ecc..
  • Submodalità uditive sono il volume, la cadenza, il ritmo, la tonalità ecc..
  • Submodalità cinestesiche sono la temperatura, l'intensità, tutte le sensazioni tattili ecc..

Ogni volta che vivi un'esperienza, il tuo cervello la registra e la codifica facendo riferimento ad esse. In ogni ricordo, una volta tolti i soggetti e la locazione, restano le submodalità. Queste ultime possono essere simpaticamente definite come i "vestiti dei ricordi"! E la cosa bella è che, cambiando vestito, cambia l'effetto che quel ricordo ha sul tuo stato emotivo ;)

Ok ok, hai ragione, basta teorizzare.. Apriamo il guardaroba! :P

Come Cambiare L'Effetto Di Un Ricordo Con La PNL

  1. Individua l'elemento su cui lavorare
    Scegli il ricordo, l'immagine o il film mentale su cui intendi lavorare.
  2. Determina se il ricordo sia ASSOCIATO o DISSOCIATO
    Il punto di vista è in prima persona (ASSOCIAZIONE) o ti vedi come se stessi guardando un film (DISSOCIAZIONE)? Il tuo stato emotivo in relazione all'elemento varia al variare del punto di vista (associato/dissociato)? In che modo? Ti senti meglio o peggio?
  3. Passa in rassegna le submodalità VISIVE
    E' un'immagine fissa? E' un film? Sono più immagini statiche? E' vicina o lontana? Ha dei bordi o prende tutto il tuo schermo mentale? E' a colori o in bianco e nero? E' nitida o sfocata? (fatti altre domande pertinenti alle submodalità visive e diventane consapevole)
    Modifica le submodalità VISIVE
    Comincia ad agire sui parametri delle singole submodalità visive come faresti col telecomando della tua TV. Riduci la luminosità, aumentala, metti più colore, toglilo, aumenta il contrasto, riducilo. Avvicina l'immagine e allontanala fino a farla sparire! Fa' tutte le regolazioni possibili secondo l'ordine che preferisci e cerca di comprendere in che modo cambi il tuo stato emotivo in relazione a ciò che vedi.
  4. Passa in rassegna le submodalità UDITIVE
    Cosa senti? Ci sono rumori di sottofondo? Senti delle voci? Non senti alcun suono? Gli eventuali effetti sonori sono vicini o lontani? Seguono un ritmo particolare? Sono cadenzate? (fatti altre domande pertinenti alle submodalità uditive e diventane consapevole)
    Modifica le submodalità UDITIVE
    Aumenta il volume di ciò che senti, diminuiscilo, aumenta e diminuisci i bassi, i medi e gli acuti, escludi ogni suono, rallenta o velocizza il ritmo degli effetti sonori, rendendoli incomprensibili! Come prima, fa' tutte le regolazioni possibili nell'ordine da te gradito e chiediti in che modo esse influenzino il tuo stato emotivo in relazione a ciò che senti.
  5. Passa in rassegna le submodalità CINESTESICHE
    Cosa senti dentro di te? Avverti sensazioni tattili particolari? Cosa percepisci? Come e dove si manifesta, nel tuo corpo, la sensazione che ti infonde l'esperienza che stai (ri)vivendo? (fatti altre domande pertinenti alle submodalità cinestesiche e diventane consapevole)
    Modifica le submodalità CINESTESICHE
    Aumenta e riduci tutte le sensazioni che percepisci, tattili e non. Cerca di capire come esse si relazionino al tuo corpo. Individua il punto (o i punti) in cui le avverti fisicamente. Se in movimento, cambiane l'intensità, la direzione il verso ecc.. Insomma, fa' tutte le modifiche che ritieni opportune e analizza il modo in cui varia il tuo stato emotivo.
  6. Finalizza l'esperienza
    In base a ciò che intendi fare e in relazione alla sperimentazione che hai appena fatto con le submodalità, decidi come debba essere il "vestito" finale del tuo ricordo e memorizzalo così. Mi spiego meglio: se il tuo scopo era quello di depotenziare il ricordo e ti sei reso conto che dissociandoti, rendendolo meno luminoso, senza colori, e più lontano dal tuo campo visivo sortisce quest'effetto, lascialo nella mente proprio così, con i nuovi connotati!

Seguendo la procedura appena descritta, raccoglierai preziosissime informazioni che ti daranno elementi importanti per comprendere come, le submodalità, lavorino per te. Capirai come potenziare/depotenziare lo stato emotivo infuso da un ricordo agendo semplicemente con delle regolazioni mirate alle submodalità stesse. La cosa importante è che entri nell'immagine/film mentale con tutto il tuo essere, come se la stessi vivendo in quel preciso istante e con la massima consapevolezza verso ogni particolare ;)

E' tutto.. Se qualcosa non ti è chiaro, sarò ben felice di aiutarti.

Ma ora veniamo ai compiti per casa.. :)

  • Fa' una lista dei ricordi che ti fanno star male e una di quelli che, al contrario, ti rendono sereno e felice :)
  • Depotenzia quelli negativi e potenzia quelli positivi agendo sulle submodalità come ti ho appena indicato ;)

Ti faccio solo alcune domande alle quali, se avrai voglia, potrai rispondere con un commento:

  • Conoscevi già la PNL?
  • Avevi già sentito parlare delle submodalità?
  • Hai capito come applicare la procedura descritta?

A presto! :)

Altri articoli che potrebbero interessarti:

  1. Come Attenuare il Dolore del Passato con la PNL
  2. Come Ancorare uno Stato Emotivo con la PNL
  3. L’Evoluzione della PNL
  4. Clonazione e “Stato Neutro” – Come Trovare Soluzioni con Semplicità (PDF Bonus!)
  5. Accettazione, Fede, Responsabilità: 3 Chiavi per Entrare in Sintonia con l’Universo!

8 Commenti - Come Cambiare l’Effetto di un Ricordo con la PNL

  1. Giovanni says:

    Ti rispondo io Anto. Della pnl avevo sentito qualcosa e forse anche delle submodalità. Devo dire che l’articolo mi chiarisce certi dubbi che mi erano rimasti visto che alcuni concetti non mi erano entrati nella zucca. Sarebbe interessante poter leggere altre applicazioni pratiche della pnl.

    Gio.

  2. Anto says:

    Ciao Giovanni,

    mi fa piacere averti tolto qualche dubbio ;)

    Parleremo ancora della PNL e vedremo altre delle tante (ed efficaci) applicazioni pratiche che essa prevede.

    Stay tuned :)

  3. Luca says:

    Interessante e illuminante. Farò qualche prova. Ciao.

  4. Anto says:

    Grazie Luca.

    Fammi sapere :)

  5. Swan says:

    Semplice e chiara.

  6. daniele says:

    Ciaooo, io sto cominciando in questo periodo ad interessarmi della pnl, mi piace tantissimo, come anche il tuo articolo, complimenti…per il modo semplice di descrivere l'argomento. Spero di leggerne ancora altri …..

  7. Anto says:

    Un breve messaggio per comunicarvi che è ufficialmente aperto il FORUM Psico-Spirituale di VitaSuprema.net! Maggiori info cliccando qui. :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>