Come Controllare i Propri Pensieri

Categorie Sperimentare Tag , , , , ,

Tenere i propri pensieri sotto controllo è di estrema importanza. Quando un pensiero vaga senza meta e senza controllo si è in presenza di dispersione di energia mentale. Se un pensiero non è diretto verso uno scopo ben preciso, esso perde la sua potenza e le possibilità di successo si riducono in maniera considerevole!

Ti dico questo per farti prendere coscienza del fatto che il motivo per il quale tante persone, anche meno dotate di te, riescono ad ottenere successi e a raggiungere traguardi prestigiosi, è da ricercarsi proprio nel loro modo di pensare. Essi hanno un obiettivo e convogliano tutte le forze, fisiche e mentali, verso quest'ultimo.

Ogni giorno la tua mente elabora e rielabora un numero impressionante di pensieri. Alcuni di essi arrivano in superficie (mente conscia), altri restano nel profondo (mente inconscia). L'attività mentale è continua e inarrestabile. Il fatto che tu riesca a sviluppare la capacità di calmare il flusso costante dei pensieri non significa che, in quel frangente, essi scompaiano del tutto.

Anche se il mare è piatto, l'immobilità è apparente. La parte superficiale è quieta ma nel profondo persistono continue e inarrestabili correnti multidirezionali. Come fare, dunque, per influenzare questa "zona oscura" alla quale abbiamo accesso solo in particolari stati alterati di coscienza?

Il segreto è quello di controllare cosa emerge dal profondo e filtrare solo ciò che realmente può portarci benessere o comunque una situazione di neutralità. Per fare questo, ti consiglio di abituarti ad agire nel modo seguente:

  • Ogni volta che emerge un pensiero dal tuo profondo, cerca di prenderne coscienza e focalizzati per un istante su di esso, considerandolo alla stregua di un essere umano o di un semplice interlocutore.
  • Osservalo, comprendilo ed assegnagli una di queste etichette: PENSIERO POSITIVO, PENSIERO NEGATIVO, PENSIERO NEUTRO.
  • Se l'hai etichettato come PENSIERO POSITIVO, rivolgigli espressioni di amore e gratitudine e lascia che la sua essenza inondi la tua anima, facendoti pervadere dalla sua forza.
  • Se l'hai etichettato come PENSIERO NEGATIVO, rivolgigli espressioni di amore e gratitudine ma chiedigli con dolcezza di tornare al suo posto, dopodiché formula immediatamente la versione positiva del pensiero che hai appena rispedito al mittente, trattando il pensiero positivo appena creato come abbiamo visto nel punto precedente.
  • Se l'hai etichettato come PENSIERO NEUTRO e ritieni possa esserti utile nel preciso istante in cui si fa vivo, trattalo come un pensiero positivo. In caso contrario, trattalo come un pensiero negativo.

Ti assicuro che se comincerai a lavorare su te stesso in questo modo, controllando i tuoi pensieri ed applicando la formuletta che ti ho appena mostrato, riuscirai a vivere quotidianamente un tempo sempre maggiore di stati d'animo di gioia e serenità e la tua vita subirà il primo importante e positivo cambiamento.

Prima di salutarti ci tengo a farti presente che, soprattutto all'inizio, la mente farà di tutto per avere il sopravvento sulla tua volontà e ti potrà sembrare difficile mandar via i pensieri negativi! Se ciò dovesse verificarsi, quello che devi fare è semplicemente continuare a praticare con costanza e convinzione, senza lasciarti prendere dal nervosismo o dalla frustrazione. Solo così raggiungerai il tuo scopo, e sarà bellissimo!

Alla prossima.

28 Commenti - Come Controllare i Propri Pensieri

  1. Anto says:

    Ciao Angela,
    anche a me, a volte, capita di provare paura in tal senso..

    Solitamente la cosa si verifica di sera, prima di addormentarmi, quando le persone care già dormono.

    Per quanto riguarda me, non vedo l’ora di svegliarmi il giorno dopo per manifestare loro il mio amore.

    E’ il consiglio che dò anche a te. Ama le persone care ora che sono ancora con te perché sarà inevitabile perderle, prima o poi.

    Se non sei solita manifestare i tuoi sentimenti con gesti o parole, prova a sforzarti e fallo. Farai del bene a te stessa e ai tuoi cari.

    Credo che la cosa peggiore che possa capitare sia perdere una persona cara e avere dei rimpianti. Pentirsi a posteriori di un “ti voglio bene” non detto può lasciarti dentro un vuoto ancora più incolmabile.

    Apprezza i tuoi cari ora che sono lì con te, amali, passa del tempo con loro.. Insomma, fa’ in modo di non avere rimpianti in futuro 🙂

    Che tu sia credente o meno, potresti provare ad utilizzare affermazioni del tipo di quelle che ti propongo ripetendole, con convinzione, nei momenti in cui ti prende l’angoscia (nonché prima di andare a letto e appena sveglia):

    Siamo tutti immortali in quanto non corpo ma anima!
    I miei cari mi resteranno sempre accanto, comunque vada!
    Amo i miei cari e so che, se dovessero andar via, un giorno li rivedrò!
    I miei cari mi ameranno per sempre perché l’amore è immortale!

    Ripetile con fede e convinzione. Sono affermazioni che ho improvvisato proprio adesso. Prova a crearne alcune tu stessa, in base alle tue sensazioni, e ripetile cercando di sentirle dentro di te il più possibile.

    Se mi viene in mente qualcos’altro ti faccio sapere 🙂

    A presto.

  2. lucio says:

    ciao Anto da una settimana circa sono iscritto a vita suprema e per iniziare un saluto a te e tutti gli amici che commentano da tutte le parti d’Italia.oggi finalmente un po’ di tempo per ringraziarti innanzi tutto del tuo sito e di quello che ci dai a tante persone come me,che in alcuni momenti difficili basta una sola parola di conforto e tutto passa e tu lo fai.Volevo ringraziarti per i consigli su come controllare i propri pensieri lo trovo semplice ed applicabile x tutti.Ancora grazie a presto lucio da bari

    • Anto says:

      Ciao Lucio,
      non immagini neanche quanto piacere mi abbia fatto leggere il tuo commento 🙂

      Molte volte ci lasciamo sopraffare dalle difficoltà senza renderci conto che basta veramente poco per venirne a capo. Il più delle volte è sufficiente un cambio di prospettiva. Il solo osservare una situazione da punti di vista differenti, ci apre un mondo di possibilità che sembrano sbucare dal nulla!

      Cambiare modo di pensare non è facile ma se ci si impegna, se si vuole migliorare realmente, diventa tutto più semplice 🙂

      Sono felice di poter aiutare, nel mio piccolo (e non lo dico per falsa modestia), persone come te, me e tanti altri a cui, nella maggior parte dei casi, basterebbe anche solo una parola di conforto per stare meglio.

      Un abbraccio e a presto.
      Anto

  3. Anto says:

    Un breve messaggio per comunicarvi che è ufficialmente aperto il FORUM Psico-Spirituale di VitaSuprema.net! Maggiori info cliccando qui. 🙂

  4. jonny says:

    Ciao Anto, hai dei punti di vista sul pensiero veramente impressionanti, gli ho provati e funzionano, soprattutto riguardo al pensiero positivo-negativo-neutro, ho notato che ora quelli negativi emergono da un punto di vista positivo Grazie.
    Ho un problema a cui non riesco a trovare risposta
    quando vado a dormire tendo ad avere pensieri troppo intensi che mi risvegliano ogni volta che mi avvicino al sonno, accelerando i battiti del cuore, 
    ho provato a controllarli bloccandoli ogni qualvolta si presentano, funziona, ma ora mi risveglio proprio perchè vengono bloccati, forse il mio cervello lo considera un segnale di risveglio.
    Ci sono vicino ma non so come evitare il risveglio 
    un tuo aiuto sareppe apprezzatissimo 😀

    • Anto says:

      Ciao Jonny,
      sono contento che stia trovando spunti interessanti per il lavoro su te stesso 🙂

      L’unico consiglio che vorrei darti è di non bloccare i pensieri. Trattali con delicatezza, senza “troncarli”. Un simile atteggiamento può essere controproducente perché la mente, dispettosa, farà di tutto per ribellarsi… Un approccio più “soft” ti aiuterà senz’altro. 😉

      Grazie e a presto!
      Anto

  5. Mattia says:

    Ciao anto io sono un ragazzo che è pieno di pensieri e tante volte sono cosí tanti che affollano la mia testa che cominciano a diventare negativi, e divento paranoico e molte volte faccio scappare le persone che amo, le paure soprattutto, perché non riesco a tenerle dentro,  ma le espongo. 

    Spero che il tuo consiglio puo aiutarmi 

    grazie mille

    • Anto says:

      Ciao Mattia,
      credo sia importante prendere il controllo dei propri pensieri, soprattutto perché, se non lo facciamo, sono loro a controllare noi.
      Il fatto è che a volte ci riusciamo e altre no… In quest’ultimo caso può essere utile farsi aiutare, o comunque circondarsi di persone positive che ci facciano stare bene.

      Esporre le proprie paure non è un male, anzi… Se le persone si allontanano è perché probabilmente sentono il peso di queste paure.
      Un confronto più aperto, “leggero” e meno impegnativo (per loro) è sicuramente da preferire, secondo me.

      Valuta tu 😉

      Buona Vita e grazie della visita al blog 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *