Come Funziona l’Autoipnosi?

Categorie Comprendere Tag , , ,

Per comprendere cos'è l'autipnosi è necessario capire cosa si intende quando si parla di ipnosi. Quest'ultima può essere definita come uno stato alterato della coscienza ottenuto applicando determinate tecniche dette, appunto, ipnotiche. Da ciò ne consegue che l'autipnosi, come dice il termine, consista nell'ipnotizzare se stessi, senza l'aiuto di un ipnotizzatore esterno.

Lo scopo principale è quello di generare dei cambiamenti dentro di sé. Attraverso l'autoipnosi, il soggetto aumenta la propria ricettività e consente un accesso più diretto alla parte non-conscia della mente. Nello stato autoipnotico viene quindi superata la barriera della mente conscia e si accede in modo più diretto alla mente inconscia.

I cambiamenti possono interessare vari aspetti della nostra vita e della nostra personalità. L'autoipnosi può essere infatti utilizzata per migliorare la propria autostima, ridurre lo stress, smettere di fumare, perdere peso, aumentare la concentrazione, essere più sicuri di sé, combattere l'ansia, sopportare il dolore, nonché per tanti altri scopi.

Rispetto all'ipnosi (passiva, in quanto interviene un ipnotizzatore), l'autoipnosi richiede una curva di apprendimento/adattamento supplementare poiché all'inizio è molto frequente che il soggetto si addormenti del tutto (essendo l'ipnotizzatore di se stesso). Con la pratica costante si riuscirà a mantenere quel pizzico di coscienza vigile necessario affinché la seduta non si trasformi in un vero e proprio pisolino.

Concludo dicendoti che gli strumenti principali impiegati nell'autoipnosi sono le autosuggestioni. Un'autosuggestione non è altro che un'istruzione che indirizziamo verso il nostro inconscio allo scopo di influenzarlo in base al risultato che vogliamo ottenere.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

  1. Come Formulare Autosuggestioni Efficaci
  2. Come Controllare i Propri Pensieri
  3. Meditazione
  4. Cervello, Onde Cerebrali e Stati Alterati di Coscienza
  5. Autoipnosi: Come Entrare in Trance (Tecnica Base)

16 Commenti - Come Funziona l’Autoipnosi?

  1. Mario says:

    Salve. Complimenti per il sito.
    Il post è sintetico ma abbastanza completo. Ora mi è tutto un po’ più chiaro. Avevo dei pregiudizi al riguardo. Sembra interessante ma come si pratica?

    Grazie. Ciao.

  2. Anto says:

    Ciao e benvenuto, Mario.

    Ci sarebbe da parlare veramente tanto dell’autoipnosi. Lo farò certamente in un articolo futuro.

    I pregiudizi di cui parli li hanno in tanti. L’ipnosi è spesso screditata dai personaggi che vediamo alla tv (o in altre sedi) che tendono a spettacolizzarla e a far credere che il soggetto (“ipnotizzato”..) sia quasi radiocomandato dall’ipnotista.. :)

    Riguardo alla pratica, nei prossimi articoli approfondiremo ulteriormente l’autoipnosi e vedremo delle tecniche che consentono di raggiungere in poco tempo un accettabile stato di trance da cui partire per trasferire le informazioni che desideriamo al nostro subconscio ;)

    A presto.

  3. morgana says:

    Ciao Anto e se posso, anche a Mario.Riguardo l’ipnosi sono molto incuriosita, vorrei provare ma come hai risposto tu a Mario, è la mia paura che mi frena; se vai nel sito del Dott. Angelo Bona ipnosi regressiva,parla molto di questo ma dice che bisogna stare attenti, se sbagliata non …fà bene!!! Scusa-mi dispiace-se mi sono intromessa.vi amo namastè morgana

  4. Anto says:

    E’ vero, Morgana. Lavorare col proprio inconscio non è semplice e non è uno scherzo.

    L’autoipnosi che vorrei trattare qui è soprattutto quella fondata sul punto di vista ericksoniano (Milton Erickson) in cui tenderemo a comunicare con l’inconscio, provando ad interpretare i suoi messaggi spontanei e a veicolarne altri, positivi, a nostra volta.

    Ne parleremo più avanti :)

    Sto preparando una mappa mentale sull’Inconscio per capire bene come esso funzioni ;)

    A presto
    Anto

    PS: ci tengo a precisare che il mio percorso di sviluppo personale è parallelo al tuo e a quello di tutti gli altri.

    VitaSuprema.net ha come obiettivo, oltre che risvegliare la consapevolezza su temi a cui forse non tutti prestiamo la dovuta attenzione, anche il motivare e stimolare costantemente verso la ricerca interiore.

    E’ per questo che ringrazio te, Mario e tutti gli altri lettori che stanno intervenendo con dei commenti, perché infondete in me motivazione e voglia di continuare a condividere informazioni che, di certo, si riveleranno molto importanti e utili per tutti noi :)

  5. loredana says:

    Caro Anto, il sito contiene delle informazioni interessanti, vorrei sapere qualcosa in più sull’autoipnosi, mi piacerebbe praticarla ad esempio per smettere di fumare.
    ciao e a presto

  6. Anto says:

    Ciao Loredana,

    approfondiremo presto il tema.

    Vedremo come raggiungere uno stato di trance attraverso il quale comunicare in modo diretto con il nostro inconscio, secondo le nostre esigenze.

    Una volta padroneggiate le tecniche che ci consentono di “stabilire la connessione” con la parte “nascosta” della nostra mente, è necessario definire gli obiettivi (tra i quali, ad esempio, lo smettere di fumare :) ) su cui lavorare in modo mirato.

    Ne parleremo tra qualche articolo.

    A presto e grazie per la visita :)

  7. Sarah says:

    io ho provato con l’autoipnotizzazione ma ogni volta non so’ come mi addormento e mi sveglio un’ora dopo senza sapere precisamente quando mi sono addormentatata o se mi sono veramente addormentata. E’ un cattivo segno?

  8. Anto says:

    Ciao Sarah,

    non è assolutamente un cattivo segno :)

    Con l’allenamento e attraverso l’uso di autosuggestioni appropriate (con le quali ti dai comandi relativi al restare consapevole durante tutta l’esperienza), riuscirai certamente a prolungare il tempo in cui riesci ad essere consapevole.

    In ogni caso, se utilizzi le tue autosuggestioni personali nella fase precedente alla definitiva caduta nel sonno, è molto probabile che esse sortiscano comunque l’effetto desiderato.

    Prova ad allenarti di più e se hai altri dubbi, chiedi pure :)
    A presto.

  9. Anto says:

    Segnalo quest’articolo con una tecnica di base per entrare in trance:

    Autoipnosi – Come Entrare In Trance (Tecnica Base)

  10. Mirco says:

    Ciao Anto, mi chiamo Mirco.. anche io ero un’appassionato di ipnosi quando ero adolescente.. ho letto diversi testi e ho provato ad ipnotizzare con discreti successi i miei compagni di scuola!!Addirittura Paola Giovetti su Astra mi rispose parlandomi dell’ipnosi.. raccomandandosi che non era un gioco!! Poi il periodo della fanciullezza come dici tu passò!! Ora a causa di una alopecia totale che mi ha colpito a dicembre 2009.. mi sono rimesso in gioco.. ho acquistato un libro sull’autoipnosi.. ed ho iniziato a rilassarmi e a concentrarmi sull’alopecia.. mi sono fatto un cd con delle suggestioni adatte.. e debbo dire che a distanza di 1 anno ho iniziato a vedere dei miglioramenti.. mi stanno ricrescendo le sopracciglia… i peli sul torace ed ascelle.. ed i capelli prima biondi ora piano piano si tanno colorando di castano.. che dire.. io continuo e vediamo come va a finire!! Corpo e mente sono una unica cosa!! Ciao Mirco

    • Anto says:

      Ciao Mirco,
      leggere il tuo commento mi ha fatto veramente piacere :)

      I risultati positivi sono quasi sempre il carburante della motivazione! Penso che la tua testimonianza possa dare fiducia a tutti coloro alle prese con il tuo “problema”.. Ma non solo!

      Sono d’accordissimo con te, tra corpo e mente c’è un’interdipendenza naturale.. Sta a noi cercare di far viaggiare entrambi nella stessa direzione :)

      Grazie ancora per il tuo commento, che reputo preziosissimo!

      A presto
      Anto

      PS: Se ti va di scrivere due righe più approfondite sulla tua esperienza, indicando magari anche il modo in cui hai lavorato praticamente su te stesso fino ad ora, puoi inviarmele via email e, col tuo consenso, sarò felice di pubblicartelo in un nuovo articolo :) (col tuo nome in fondo, ovviamente). Fammi sapere quando vuoi :)

    • germana says:

      Ciao Mirco,che tipo di suggestioni ti dai?Ilmio problema èdiverso però mi serve uno spunto
      Grazie

  11. Linda says:

    Ciao nn riesco a scaricare i file m puoi dire cm devo fare grazie

    • Anto says:

      Ciao Linda,
      per scaricare i file (contenuto esclusivo riservato agli iscritti alla “Bonus LIST”), ti è sufficiente inserire il tuo nome (o nickname) e il tuo indirizzo email nello spazio che vedi sulla destra (indicato dalla freccia animata rossa).

      Riceverai immediatamente un’email con tutte le istruzioni per il download.
      Se dovessi avere ancora problemi, sono qui :)

      Grazie e a presto.
      Anto

  12. Anto says:

    Un breve messaggio per comunicarvi che è ufficialmente aperto il FORUM Psico-Spirituale di VitaSuprema.net! Maggiori info cliccando qui. :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>