La Meditazione sui Contrari

Categorie Sperimentare Tag , , , ,

Oggi voglio condividere con te un altro strumento molto potente per migliorare (o ottimizzare) la tua condizione esistenziale. Anche tu, come me e la maggior parte degli esseri umani, possiedi alcuni lati del tuo carattere che non gradisci o che vorresti fossero diversi. Prendere coscienza di ciò è il primo passo verso il miglioramento. Il secondo (e decisivo) è quello di sostituire gradualmente a tali aspetti negativi, i rispettivi positivi. Con la Meditazione sui Contrari puoi ottenere proprio questo risultato!

Quest'ultima consiste nel concentrarsi e nel meditare sui contrari degli aspetti negativi del tuo carattere (un'emozione, uno stato d'animo, uno schema di pensiero ecc). Supponendo ad esempio che tu sia un tipo irascibile e nervoso, durante la meditazione sui contrari la tua attenzione dovrà cadere su stati d'animo di calma e serenità. Se invece sei una persona che crede poco in se stessa, dovrai focalizzarti sulle sensazioni che hai provato quando hai conseguito "vittorie", seppur minime.

Lo scopo è quello di ribaltare gli schemi del tuo subconscio, annientando le emozioni negative con emozioni positive molto intense. Il processo non è immediato ma con l'applicazione costante, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Come praticare la Meditazione sui Contrari

Come detto, la prima cosa da fare è prendere coscienza degli aspetti che intendi migliorare. A tal proposito ti consiglio di prendere carta e penna e fare una vera e propria lista costituita da elementi che andrai poi a "lavorare" singolarmente. Una volta creata la lista, affianca a ciascun aspetto negativo quello contrario, positivo.

  1. Ora che hai tutto pronto, trova un angolo appartato in cui puoi restare 10 minuti senza essere disturbato e siediti comodamente;
  2. Chiudi gli occhi e comincia ad inspirare ed espirare profondamente per 5-10 volte. Ad ogni atto respiratorio rilassa il corpo e sciogli tutte le tensioni che percepisci.
  3. Ora apri gli occhi e consulta la tua lista. Porta l'attenzione al primo elemento negativo, guarda con la mente, solo per un attimo, come esso si manifesta nella tua vita, dopodiché concentrati su quello positivo che hai annotato alla sua destra.
  4. Chiudi gli occhi e comincia col ripeterti mentalmente la parola/frase che hai scritto. Falla penetrare nel tuo profondo.
  5. Ora inizia a dare una connotazione emozionale a quella parola/frase e trasformala in uno stato d'animo. Inizia a percepirla e sentila cospargere il tuo essere, immaginando di viverla in quel preciso momento.
  6. A questo punto riporta alla mente un evento della tua vita in cui hai vissuto tale sensazione. Entra nel ricordo e rivivilo da protagonista, in prima persona.
  7. Amplifica ogni aspetto del ricordo. Accentua i colori, avvicinalo il più possibile a te, riascolta i suoni di allora, rivivine le sensazioni. Immergiti completamente in quello stato d'animo magico e positivo e cerca di capire come hai fatto ad ottenerlo, chiedendolo a te stesso, se necessario.
  8. Arricchisci la situazione con autosuggestioni positive strettamente connesse a ciò che vuoi ottenere. Mentre continui a vivere il ricordo, ripetiti mentalmente di essere già ciò che vuoi, di avere già acquisito quel particolare stato d'animo. Fa' in modo che le suggestioni siano volte al presente e mentre le ripeti, senti dentro di te di aver già raggiunto il risultato ("Sono calmo", "Sono sicuro di me", "Sento di credere in me stesso", "Sono felice e sereno")
  9. Ora sorridi, compiaciti dell'esperienza vissuta, esprimi gratitudine (a Dio, a te stesso o a chiunque tu voglia), riapri gli occhi e riparti dal punto 3, scorrendo pian piano la lista verso il basso.
  10. Una volta terminato il processo per tutti gli elementi della lista, inspira ed espira profondamente per 5-10 volte, riapri gli occhi e torna alle tue cose.

Inizialmente ti consiglio di praticare la meditazione sui contrari per circa 10 minuti, basandoti su una lista composta da massimo 5 elementi e meditando su ciascuno di essi per 2 minuti. Quando ti sarai perfezionato potrai aumentare la durata a tuo piacimento.

Un'alternativa a questo modo di procedere consiste nell'identificare uno o due aspetti principali e fare delle sedute quotidiane di 5-10 minuti su ciascuno di essi.

La cosa importante è praticare costantemente. Non mi stancherò mai di ripeterlo 🙂

Se hai dubbi/perplessità/domande puoi contattarmi attraverso l'apposita sezione o, ancora meglio, puoi lasciare un commento in modo del tutto anonimo utilizzando l'apposito modulo in coda all'articolo 😉

A presto.

4 Commenti - La Meditazione sui Contrari

  1. Lucia says:

    Interessante e dettagliata.
    Proverò. Grazie.

  2. Anto says:

    Felice che sia di tuo gradimento, Lucia.

    A presto.

  3. cecilia says:

    Ciao Antonio, ho letto qualcosa sul tuo sito a proposito dell’autoipnosi. Tanti anni fa comprai anche un libro sull’argomento e delle cassette di meditazione…ma finivo sempre per addormentarmi e mai riuscii nell’intento.
    Dici che si può smettere di fumare, riuscire ad avere maggior autostima e altro…si, ci credo, però…
    Ecco, vorrei fare ancora una prova: perdere qualche chilo!
    Cosa dovrei ripetere durante la meditazione?

    Grazie.
    Cecilia

  4. Anto says:

    Ciao Cecilia,
    lavorando su te stessa puoi sviluppare motivazione e forza di volontà. Se queste ultime sono carenti, ti sarà molto difficile ottenere risultati significativi.

    Al di là di questo, dovrai fare qualche sacrificio a tavola e un po’ di attività fisica (col nulla osta del tuo medico curante). Puoi provare con il cardiofitness. E’ veramente efficace.. purché ci sia la costanza!

    In ogni caso, quando si tratta di dimagrimento, il mio consiglio è sempre quello di affidarsi ad un buon nutrizionista. La gente ingrassa e/o dimagrisce per tanti motivi, non necessariamente connessi al solo alimentarsi. E’ per questo che ti consiglio di sentire un professionista 😉

    In definitiva, l’autoipnosi, la PNL e qualunque altra tecnica “psicologica”, prepara il campo a quella che poi sarà un’abitudine alimentare corretta finalizzata al dimagrimento.

    Tante persone, di punto in bianco, decidono di mettersi a dieta.. Dopo due giorni rinunciano! Perché? Perché manca loro la motivazione e la forza di volontà necessarie per “resistere” e conseguire l’obiettivo!

    Magari ne parlo più approfonditamente in un articolo futuro 🙂

    A presto
    Anto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *